Joost Swart Trio

* Esclusiva BlueArt Mng *

Scarica la scheda di presentazione (pdf)

Joost Swart è indubbiamente il pianista più interessante della nuova scena olandese. Cresciuto musicalmente a fianco dei grandi pianisti olandesi quali Jasper van‟t Hof, Michael Borstlap e Henk Meutgeert, si diploma con il massimo dei voti al Conservatorio di Musica Jazz di Groningen. Fondatore del quartetto della celebre cantante olandese Francien van Tuinen nel 1997, raggiunge presto la popolarità a livello nazionale, ed è presente per cinque anni di fila al all‟importante North Sea Jazz Festival.
Dopo un intenso periodo sulla scena newyorkese entra a far parte della band di Vincent Herring, con cui è in tour europeo nel 2005, attraverso i festival e i teatri più importanti del continente. Sempre nel 2005 pubblica il suo atteso album da leader con il gruppo “Tetra” che riceve una grande visibilità nel circuito del jazz europeo. Nel 2008 incide l‟album “Symbiosis” come solista principale insieme ad un‟orchestra di 14 elementi su musica di Claus Ogerman. Negli ultimi anni è stato protagonista di numerosi tour in Giappone e sud est asiatico a fianco di molti musicisti quali Benjamin Herman, Jesse van Ruller, John Engels, Hans Dulfer, Rick Margitza, Vincent Herring, Don Braden, Valery Ponomarev, Freddie Bryant and Ralph Peterson.
Il trio si completa con due esperti musicisti della scena italiana, il genovese Massimiliano Rolff al contrabbasso e Daviano Rotella alla batteria. In repertorio, a metà strada fra modernità e mainstream, brani originali di Swart e jazz standard.

Massimiliano Rolff – Double Bass
Nato a Savona nel 1973, si è diplomato presso il Jazz Conservatory della città di Groningen nei Paesi Bassi nel 1999 Come bassista freelance ha suonato in molti prestigiosi clubs e festival d’ Europa e Stati Uniti con Jesse Davis, Herb Geller, Dave Schnitter, Peter King Phil Woods, Sangoma Evertt, Andrea Pozza, Rachel Gould, Emanuele Cisi, Enzo Zirilli, Claudio Chiara, Andy Gravish, Jasper van’t Hof, Alessio Menconi, Marco Tamburini, Andrea Dulbecco, Tino Tracanna, Carlo Atti, Tom Kirkpatrick, e altri. Nel 2003 ha pubblicato, come co-autore e bassista, il fortunato album “Next Beat” per l’etichetta Scenario Music. Nel 2006 ha pubblicato il suo primo album jazz come contrabbassista, leader e compositore “Unit Five” (Music Center – distr. IRD), e nel 2009 ha pubblicato l’album “Naked” con Cisi, Pozza e Zirilli e nel 2012 il nuovo lavoro con Unit Five “More Music”

 

Daviano Rotella – Drums
Daviano Rotella nasce a Genova il 19/12/1965.
Nel 1981 inizia studi regolari presso la “Scuola Jazz di Quarto” ed entra in forma stabile nella Big Band della stessa diretta da Claudio Lugo, rimanendovi fino al 1985. Negli stessi anni partecipa a workshop condotti da musicisti quali Charlie Haden, Dave Liebman, Enrico Rava, Roberto Gatto e altri.
Prosegue gli studi frequentando diversi clinics e stages fra cui “Umbria Jazz” e “Siena Jazz”. Dal 1990 al 1993 è batterista della “Jazz Ambassadors” di Imperia diretta da Leo Lagorio e negli anni seguenti della “Factory Orchestra” diretta da Claudio Lugo. Svolge una ricca attività concertistica prevalentemente nell’ambito della musica jazz e latino americana, suonando nei principali festival jazz e nei più importanti jazz club italiani. Suona anche in ambiti musicali diversi, come il rock, la fusion e la musica leggera.
Ha lavorato in diverse performance teatrali con Roberto Alinghieri, Federica Granata e Orietta Notari.
Ha insegnato batteria presso la Scuola Civica di Genova Sampierdarena e presso il centro specializzato “Drum Club” di Genova e tuttora svolge attività didattica.
Ha collaborato con numerosi musicisti tra cui Riccardo Zegna, Piero Leveratto, Giovanni Tommaso, Rosario Bonaccorso, Emanuele Cisi, Flavio Boltro, Luigi Bonafede, Paolo Silvestri, Luciano Milanese, Victor Boourgardt, Jimmy Woody, Paolino Dalla Porta, Claudio Lugo, Giorgio Conte, Bruno Lauzi, Franco Cerri, Tino Tracanna, Giancarlo Schiaffini, Andy Gravish, George Garzone, Marco Tamburini e altri.
Si sono occupati di lui le riviste “Musica Jazz” e “Percussioni” con articoli e recensioni.
Vince il “Premio Calabria per lo spettacolo 1995” (settore jazz), dedicato a Rino Gaetano.
E’ stato ospite della trasmissione radiofonica “Radio Suite” su Rai Tre insieme al gruppo Viramundo.

Album “After Dark”

  1. Genova After Dark
  2. Drifting
  3. Cool And Happy
  4. Tokyo
  5. Lunch Break Sketch
  6. Dolphin Dance
  7. When Will The Blues Leave?
  8. Stones and Memories

“After Dark” Joost Swart Trio

Liner Notes
Jazz music is alive and well!
Despite the fact that this music is too often described as “only for the few” or, in some cases even “dead”, the number of jazz fans all over the world is growing as is the number of events and festivals, thanks, of course, to the few great masters still active today but also to some gifted young players who bring a touch of freshness and contemporary creativity to the music.
The music expressed in this CD gives us proof of that: three musicians who first of all love and respect the jazz tradition, are not afraid of swingin’ hard but at the same time let their personalities and human experiences shine through.
Pianist Joost Swart, from the Nederlands, bassist Max Rolff and drummer Daviano Rotella, both from Genoa, are separeted by more than a thousand kilometers … which in Europe is a very long distance, especially in regards to culture and traditions, but this distance vanishes the moment they touch their instruments and start speaking in the universal language of music.
All the boundaries disappear and a wonderful conversation takes place in a tasteful mix of original compositions like “Genoa After Dark” and “Tokyo” and masterful standards such as “Dolphin Dance” and “When Will The Blues Leave?”.
Throughout this material Swart, Rolff and Rotella bring us a series of moods, varying from the dreamy ballad to the hardcore swinging uptempo, keeping our attention and touching every part of our soul but the most important thing, when you listen to this work, is that these guys love life and are having fun … just like Duke Ellington, Louis Armstrong, Count Basie, Dizzy Gillespie, Oscar Peterson, Art Blakey, Herbie Hancock, Chick Corea, Roy Haynes … not a bad company to hang out with!

Dado Moroni