Unit Five

* Esclusiva BlueArt Mng *

Scarica la scheda di presentazione (pdf)

Unit Five, formazione attiva dal 2005 come band di riferimento della scena ligure, protagonista di numerosi concerti nei rinomati clubs e festival della penisola, con anche importanti apparizioni in festival europei. Nel 2006 Rolff ha pubblicato il suo primo album “Unit Five” premiato come miglior album di jazz ligure del 2006, con il premio JazzLightHouse, e con decine di recensioni entusiastiche sulla stampa specializzata europea e americana.
Il quintetto, con il nuovo lavoro discografico “More Music” pubblicato dalla BlueArt, presenta un sound sempre contraddistinto da una importante ricerca nel linguaggio hard-bop in cui temi, specials e shout chorus si alternano agli interventi dei solisti supportati da una sezione ritmica con swing metronomico.
La vasta ed eclettica esperienza di palco dei cinque musicisti, offre alle composizioni originali e ad alcuni classici del jazz, una chiave di lettura assolutamente vera e piacevolmente aderente al linguaggio tipico del jazz, senza tralasciare momenti di estrazione moderna soprattutto in ambito armonico.

Liner Note – “More Music” – 2012

Sapere che là fuori c’è un gruppo di appassionati ascoltatori che stanno aspettando “ancora musica” mi fa pensare di essere una persona fortunata … là fuori ci sono anch’io, ed è per questo, che percepisco questa voglia, che mi mette in movimento, giorno dopo giorno, ora dopo ora, e mi fa stare bene.
Conosco e ben ricordo ogni singolo attimo di quei momenti preziosi in cui mi è capitato di immaginare le melodie presenti in questo album, scritte a volte su pezzetti di carta volanti, altre in bella copia in un libro di appunti, altre ancora non scritte subito e semplicemente trasportate nella mente fino ad un approdo sicuro su un foglio di carta magari a giorni e chilometri di distanza dalla prima ispirazione.
Sono momenti di euforia, il mondo intorno si assopisce e entri in contatto con i tuoi desideri, come quello di creare un suono scintillante, sicuro e sorridente.
Ho scritto questa musica pensando al mio fantastico quintetto di amici musicisti, all’energia che si sprigiona sul palco durante i nostri concerti, alla costante sorpresa nel trovarci coesi agli appuntamenti obbligati, alla perizia creativa che i miei soci hanno nel sapersi muovere così abilmente in assoli spensierati attraverso l’uso rigoroso e coerente di un linguaggio così consolidato come quello del Jazz.
Nel disco, apparentemente, non si aprono nuove strade, ma ci sono quarantatrè minuti e sei secondi di musica rimbalzante, qualcosa che nasce e si sviluppa attraverso un gesto molto complicato ma che vuole arrivare semplice semplice nella pancia e nel cuore, e sono pronto a scommettere fin da ora sul vostro divertimento.
Semplicemente ancora musica; direte voi … “More Music” … e ne abbiamo bisogno.

Massimiliano Rolff

Album “More Music”

  1. In the Narrows
  2. News from the Lighthouse
  3. That Funky Buzz
  4. Missing
  5. The Last Dance
  6. Guacha
  7. Four in a Room
  8. The 7th King

Audio Sample:

Massimiliano Rolff/Unit Five – That Funky Buzz 

Liner Notes - Unit Five – 2006

… è per me un piacere tenere a battesimo il primo lavoro da leader di un giovane e preparato musicista, il contrabbassista Massimiliano Rolff, alla guida della sua formazione denominata Unit Five.
Si, è sempre una gioia poter scrivere ma soprattutto poter ascoltare musicisti come Massimiliano ed i suoi compagni d’avventura presenti in questo cd, giovani musicisti molto preparati, con un curriculum gia ricco di prestigiose collaborazioni, ma soprattutto – cosa più importante fra tutte – musicisti che hanno individuato il lessico del vero jazz.
Oggigiorno non è facile imbattersi in musicisti che prediligono la bellezza della frase o la coerenza stilistica piuttosto che l’ipertecnicità strumentale fine a se stessa o le intricate trame compositive prive di swing, e questo rende grande onore a Massimiliano che ha saputo circondarsi degli uomini giusti, oltre che confezionare tutti gli apprezzabili brani presenti in questo lavoro, dando così modo ad ognuno di essi di potersi esprimere al meglio sia singolarmente che nell’economia del gruppo.
Possiamo così apprezzare la robusta ed incisiva voce del sax tenore di Stefano Riggi sino dall’iniziale Unfaithful, passando per All Natural o ancora in Wind Blow, nei quali costruisce pregevoli soli, così come la brillante tromba di Giampiero Lo Bello in evidenza nel brano Didi, sapientemente utilizzata con sordina in Corner Stomp, oppure il pastoso suono del suo flicorno nella ballad Stones And Memories.
Fondamentale poi il lavoro svolto dalla sezione ritmica, con la chitarra di Massimo Currò nel ruolo sia di funzionale accompagnatore che di valido solista, come dimostra nei brani Theo’s Move e Thanks God, It’s A Sunny Day, ed il preciso, mai sopra le righe e soprattutto sempre swingante drumming fornito da Maurizio Borgia.
Ho volutamente lasciato per ultime le considerazioni sul leader, Massimiliano Rolff che con questa opera prima mette da subito in chiaro le sue molteplici e non comuni qualità.
Oltre ad essere in possesso di un ottimo suono, di un preciso timing ed essere un validissimo solista – e ce ne delizia lungo tutto il cd – Massimiliano dimostra di saper essere un vero leader scrivendo ed arrangiando con metodo e gusto e soprattutto organizzando a dovere una formazione come questa dove nulla è lasciato al caso.
Ancora una volta – e sono sicuro che presto ne arriveranno altre – cari amici che come il sottoscritto
amate il vero jazz, potete stare tranquilli: il futuro è in buone mani!

Matteo Piazza

Album “Unit Five”

  1. Unfaithful
  2. The downtown walk
  3. Theo’s move
  4. Thanks God, it’s a sunny day
  5. Didi Stones and memories
  6. All natural
  7. Corner stomp
  8. Wind blow

Audio Sample:

Massimiliano Rolff/Unit Five – Unfaithful 
Video
Links

Massimiliano Rolff/Unit Five – Sito →